Navigation

Message
Progetto di riforma fiscale / finanziamento dell’AVS

Progetto di riforma fiscale / finanziamento dell’AVS

Il progetto sulla riforma fiscale e sul finanziamento dell’AVS rappresenta una risposta equilibrata a due sfide di particolare urgenza: in primo luogo, la riforma instaura condizioni fiscali sostenibili in chiave futura per le imprese svizzere, salvaguardando così anche la competitività internazionale del nostro settore finanziario con i suoi circa 210’000 posti di lavoro in Svizzera. In secondo luogo, la riforma apporta un contributo concreto all’AVS, con un chiaro vantaggio per tutti noi.

Di che cosa si tratta

Il progetto di riforma fiscale / finanziamento dell’AVS è costituito da due elementi: finanziamento dell’AVS e riforma fiscale.

Con il finanziamento AVS supplementare viene ridotta in una certa misura la profonda lacuna di copertura nel primo pilastro della previdenza per la vecchiaia. Attualmente l’AVS registra ogni anno un deficit di circa un miliardo. Il finanziamento supplementare previsto dal progetto RFFA, che apporta due miliardi di franchi all’anno, toglie pressione dal fondo AVS per i prossimi anni – disinnescando la necessità di attuare riforme in modo affrettato. Senza bisogno di aumentare le aliquote dell’imposta sul valore aggiunto, questa soluzione apporta un contributo alla messa in sicurezza delle rendite attuali e future, con vantaggi diretti e concreti per tutta la popolazione.

Il progetto di riforma fiscale rafforza l’intera piazza economica svizzera. In futuro le grandi aziende e le PMI saranno soggette a una tassazione analoga. Le PMI beneficeranno quindi complessivamente di un alleggerimento del carico fiscale. Per le grandi aziende saranno introdotte norme tributarie accettate a livello transfrontaliero, resesi necessarie in quanto le nostre precedenti regole fiscali non sono più conformi agli standard internazionali. Le nuove condizioni quadro della fiscalità aziendale rafforzano ulteriormente la certezza del diritto per le imprese. In questo modo garantiscono il mantenimento dei posti di lavoro in Svizzera, migliorando in modo sostenibile e duraturo la concorrenzialità della piazza economica e apportando così un fattivo contributo a lungo termine al consolidamento del gettito fiscale per Confederazione, cantoni e comuni.

Il progetto di riforma fiscale / finanziamento dell’AVS (RFFA) è stato allestito dalle Camere federali nel 2018 e approvato a larga maggioranza. Il referendum sulla RFFA si terrà il 19 maggio 2019.

Sostegno su un ampio fronte a favore del pacchetto

Consiglio federale, Parlamento, cantoni, economiesuisse, varie associazioni economiche e anche l’Associazione svizzera dei banchieri si esprimono chiaramente a favore del progetto di riforma fiscale e finanziamento dell’AVS. Anche i partiti politici dell’intero arco parlamentare, da sinistra a destra, sostengono l’iniziativa.

La Federazione delle imprese svizzere economiesuisse sottolinea quanto il progetto di riforma fiscale e finanziamento dell’AVS rappresenti una risposta politicamente equilibrata a due dei problemi più impellenti della Svizzera:

«La situazione fiscale odierna non è più sostenibile, in quanto le aziende non potranno applicare ancora per molto il regime di tassazione speciale cantonale in un contesto internazionale. Un atteggiamento di immobilismo si traduce quindi nella perdita della competitività fiscale. Anche per l’AVS la situazione contingente non è più procrastinabile. Il previsto finanziamento supplementare dell’AVS va a sostituire un aumento sostanziale dell’imposta sul valore aggiunto. Il mantenimento della competitività fiscale è un elemento di importanza cardinale per la stabilità dei bilanci pubblici di Confederazione, cantoni e comuni; in passato la Svizzera ha beneficiato in misura considerevole del substrato fiscale delle aziende internazionali, e adesso è necessario conservare questo vantaggio».

Posizione delle banche

Il progetto di riforma fiscale / finanziamento dell’AVS rafforza l’attrattività della nostra piazza economica e accresce il livello di sicurezza delle nostre rendite. In questo modo si crea inoltre una certezza del diritto ancora maggiore per le aziende – un elemento fondamentale per la concorrenzialità della piazza finanziaria svizzera.

L’Associazione svizzera dei banchieri ASB sostiene il progetto sulla riforma fiscale e sul finanziamento dell’AVS per i motivi di seguito illustrati.

Motivo 1: Rafforzare l’attrattività della piazza economica per tutte le aziende

La Svizzera è oggi una piazza economica di richiamo assoluto per le aziende che svolgono attività su scala globale. Questo profondo radicamento nell’economia mondiale contribuisce in misura decisiva al benessere del nostro Paese. Un sistema fiscale vantaggioso per le aziende riveste quindi un ruolo fondamentale. Il progetto di riforma fiscale / finanziamento dell’AVS garantisce la concorrenzialità delle nostre aziende sul piano internazionale attraverso l’introduzione di un sistema tributario accettato a livello transfrontaliero. Il progetto si configura pertanto come un investimento intelligente e opportuno nel futuro.

Motivo 2: Un’economia forte deve sempre essere affiancata da una piazza finanziaria forte

In Svizzera il settore finanziario dà occupazione a circa 210’000 persone. I servizi finanziari quali finanziamenti alle imprese, erogazione creditizia o traffico dei pagamenti sono il sale dell’economia. Banche e assicurazioni sono imprescindibili per un sistema economico funzionante in modo ottimale. Vogliamo mantenere questi posti di lavoro e accrescerne ulteriormente il numero a favore delle giovani generazioni. Il progetto di riforma fiscale / finanziamento dell’AVS crea buone condizioni quadro fiscali per tutte le aziende in Svizzera. Questo aspetto interessa fortemente anche noi del settore finanziario.

Motivo 3: Contributo a favore della previdenza per la vecchiaia senza necessità di aumenti dell’IVA

Le nostre aspettative di vita sono in continuo aumento – un trend assolutamente confortante. Tuttavia, i requisiti posti alla previdenza per la vecchiaia crescono di pari passo. Già oggi l’AVS chiude ogni esercizio con un passivo di circa un miliardo di franchi svizzeri. Grazie al finanziamento supplementare dell’AVS, il progetto di riforma fiscale / finanziamento dell’AVS apporta un contributo ormai imprescindibile, per quanto non ancora sufficiente, alla riduzione del deficit annuo, prevenendo così un aumento sostanziale dell’imposta sul valore aggiunto. Resta comunque evidente la necessità di attuare riforme strutturali al fine di garantire la previdenza per la vecchiaia in una prospettiva di lungo termine.

Motivo 4: Garantire i fondi per gli investimenti pubblici futuri

Il gettito fiscale costituisce la base per investimenti orientati al futuro nei nostri comuni, città, cantoni e nella Confederazione. Circa un terzo di tutte le imposte viene versato dalle aziende. Il progetto di riforma fiscale / finanziamento dell’AVS mette in sicurezza questo gettito grazie all’introduzione di regole tributarie internazionalmente accettate per le aziende, con un chiaro vantaggio anche per tutti noi.