Navigation

Message

Rafforzare la competitività della piazza finanziaria svizzera

  • In una dichiarazione congiunta l’Associazione svizzera dei banchieri (ASB), l’Associazione Svizzera d’Assicurazioni (ASA), la Swiss Funds Association SFA e SIX quale gestore dell’infrastruttura del mercato finanziario prendono atto delle proposte avanzate dal Consiglio federale in merito alla strategia della piazza finanziaria e si impegnano ad esaminarle attentamente.
  • Il rafforzamento della concorrenzialità della piazza finanziaria svizzera sul piano nazionale riveste grande rilievo, data la sua rilevanza economica, le numerose sfide poste dalle normative nazionali ed estere e le pressioni internazionali.
  • Le quattro organizzazioni accolgono pertanto con favore la volontà del Consiglio federale di allestire le condizioni quadro della piazza finanziaria in modo tale da poterne sfruttare il potenziale di crescita in Svizzera e all’estero e consentirle di svolgere anche in futuro la sua importante funzione economica.
  • La piazza finanziaria, così come il Consiglio federale, sostengono una strategia del denaro pulito credibile. Le quattro organizzazioni condividono i principi chiave resi noti lo scorso venerdì dal Consiglio federale che sono i seguenti: “autodisciplina”, “approccio basato sui rischi” e “nessun obbligo di autodichiarazione”.
  • Il settore finanziario è soddisfatto del fatto che il rapporto contenga proposte volte a migliorare le condizioni quadro per lo sviluppo dell’attività di asset management e del mercato svizzero dei capitali, del settore assicurativo e previdenziale, nonché dell’infrastruttura dei mercati finanziari.

Principali aspetti decisivi per la riorganizzazione:

  • Gli interessi, soprattutto nei confronti dell’estero, dovrebbero essere definiti e rappresentati unitamente dal settore finanziario, dalla politica e dalle autorità. Una futura regolamentazione dovrà essere coordinata con il settore finanziario e orientata al potenziamento della competitività.
  • Occorre garantire a lungo termine l’accesso a importanti mercati di sbocco esteri. A tale proposito, è necessario elaborare una regolamentazione differenziata nell'imminente legge sui servizi finanziari e nella normativa dell’infrastruttura dei mercati finanziari che preservi l’accesso al mercato UE e che tenga conto dell’eterogeneità della piazza finanziaria svizzera.
  • Il miglioramento delle condizioni fiscali ha una rilevanza decisiva nella concorrenza internazionale. In questo contesto l’abolizione graduale della tassa di bollo dovrebbe essere portata a termine tempestivamente e la riforma dell’imposizione delle imprese dovrebbe essere attuata rapidamente.
  • Alla luce di queste considerazioni, le quattro organizzazioni auspicano di essere coinvolte in tutti i lavori previsti a tal fine affinché possano essere debitamente considerate le esigenze del settore. Il Consiglio federale ha già proposto numerose misure importanti la cui attuazione non deve essere ritardata o messa nuovamente in discussione.