Navigation

Message

Quando le banche ringraziano

La notevole importanza sotto il profilo economico del settore bancario in Svizzera è un dato di fatto. In occasione del Centenario dalla sua fondazione, l’ASB non si concentra però sugli istituti bancari affiliati, ma su tutte le persone che in Svizzera, giorno dopo giorno, apportano il loro piccolo o grande contributo al successo del paese. L’anno del Centenario dell’ASB è all’insegna del motto “Grazie”. Patrick Odier, Presidente dell’ASB, ha così illustrato l’iniziativa: “La Svizzera e le banche condividono una storia comune. Con il nostro ringraziamento desideriamo sottolineare il nostro legame con il paese.” L’insieme di iniziative previste per il 2012 mirano a rafforzare il clima di simpatia e fiducia. Patrick Odier: “Le radici delle nostre banche affondano nel territorio elvetico e si basano su virtù svizzere che ci contraddistinguono anche all’estero. Auspico un ritorno alle nostre origini e ai valori che hanno contribuito alla forza della nostra piazza finanziaria. Al contempo, possiamo guardare avanti con ottimismo, poiché le nostre banche hanno tutti i requisiti per continuare ad avere successo anche in futuro.”

Un “Dankomat” al posto del Bancomat

Anche la popolazione svizzera ha la possibilità di associarsi ai ringraziamenti: nel corso del 2012, infatti, farà tappa nelle diverse località svizzere un “Dankomat” itinerante, ovvero una postazione presso cui ognuno potrà registrare il proprio messaggio video di ringraziamento. I messaggi saranno poi pubblicati sul sito Internet www.merci-dankegrazie.ch e su facebook. Tra tutti coloro che avranno condiviso il loro ringraziamento, sarà estratto a sorte periodicamente un iPad. Inoltre, 15 fotografi in erba hanno ritratto 100 persone provenienti da tutta la Svizzera, ognuna con un mestiere diverso, in rappresentanza dell’intera popolazione. L’album fotografico che ne è scaturito è un ritratto sorprendente della nostra società. Altresì l’album contiene in breve la storia dell’Associazione svizzera dei banchieri tracciato dal Dr. Robert Vogler, storico dell’economia. Le fotografie saranno esposte in una mostra e il ricavato delle vendite realizzate nel corso dell’anno sarà devoluto alla fondazione „Speranza.“ Il loro obiettivo è l’educazione e integrazione persistente dei giovani e di gente anziana nell’ mondo del lavoro. I festeggiamenti per il Centenario si concluderanno con una conferenza internazionale dedicata a un tema di attualità relativo alla piazza finanziaria. Con questo evento, intitolato “Swiss Banking Global”, SwissBanking fornisce un contributo in un’ottica futura alla discussione e soluzione delle problematiche e sfide che la piazza finanziaria svizzera e il settore finanziario si trovano ad affrontare nel contesto globale.

Sull’Associazione svizzera dei banchieri (ASB)

 L’attuale ASB fu fondata il 16 novembre 1912 sotto forma di associazione di rappresentanti del settore bancario svizzero. In quella data parteciparono all’assemblea di fondazione nella Sala del Gran Consiglio di Basilea 316 rappresentanti di 159 istituti bancari. Oggi l’ASB conta ben 350 istituti bancari affiliati (ai quali si aggiungono 350 Banche Raiffeisen) e circa 17’700 membri individuali. Presso la sua sede a Basilea con filiali a Zurigo e Berna, sono operativi 70 collaboratori, e le principali questioni e tematiche sono trattate in seno alle undici commissioni e ai loro gruppi di lavoro di cui dispone complessivamente. In questi organi operano 583 rappresentanti dei diversi gruppi bancari e gli specialisti dell’ASB.

Comunicazione alla stampa

Comunicazione alla stampa www.merci-danke-grazie.ch è possibile visualizzare tutto l’anno i messaggi di ringraziamento, le attività e le novità.